Valentina Bellettini

Autrice di genere  Fantastico e non solo

Chi è Valentina Bellettini

Spesso mi accadono cose che chi mi conosce ha commentato dicendo che sono sfigata perché sono nata il giorno 13.

In effetti dopo che sono nata mia mamma ha avuto un ictus, ma si è ripresa.

Io ho avuto l’endometriosi che mi ha fatto conoscere l’inferno, ma il mio lieto fine, il  mio grande amore in miniatura, è qui tra le mie braccia.

Queste sono solo alcune, ma del resto, ognuno ha le sue battaglie.

Io dico che dovevo avere queste esperienze per scrivere.

Scrivo storie di genere fantastico ma la realtà è in ogni pagina con metafore e similitudini; la fantasia è il mio scudo per rivelare cose che altrimenti non direi mai.

Per questo scrivo da quando ero bambina, e il mio libro d’esordio “Profumo d’Incenso” (2008) ha segnato il mio ingresso nel mondo dell’editoria, una jungla spinosa dalla quale ho sentito il bisogno di evadere… ma solo dopo altre due pubblicazioni ho trovato la guida che mi ha indicato il sentiero e mi ha trasmesso una buona dose di coraggio.

Avevo appena pubblicato Eleinda – La Formula dell’Immortalità” (2016), seguito di Eleinda – Una Leggenda dal Futuro” (2014) quando ho deciso di mollare tutto e ricominciare d’accapo come autrice indipendente partendo proprio da questa saga che mi è così cara.

L’amore per gli animali e la passione per le leggende mi hanno portata a scegliere la creatura che nell’immaginario comune è la più forte e saggia: il drago.

Con la sua dote dell’empatia incarna il mio ideale di amicizia; per me l’amicizia ha un valore immenso, pari all’amore.

Diversamente dalle apparenze sono una persona concreta: sogno restando con i piedi ancorati a terra perché ho una mia attività commerciale nei mercati in piazza (tradizione tramandata dal mio bisnonno paterno) che mi permette di osservare e ascoltare attentamente la realtà di tutti i giorni, sempre pronta a trarre spunti per le mie storie trattanto i temi del momento, oppure dando una nuova voce a temi universali.

Biografia

Valentina Bellettini, nata a Rimini nel luglio 1983, si è diplomata in ragioniera per poi andare a lavorare nei mercati in piazza, portando avanti la tradizione di una famiglia di materassai, consapevole che con questo mestiere avrebbe avuto alcuni pomeriggi liberi per dedicarsi alla sua vera passione: scrivere.

Fin da bambina immaginava storie e le riportava su carta, spesso lasciandole incompiute, ma da adolescente ha pubblicato il suo primo e completo racconto su internet (una fan fiction su “Dawson’s Creek”) e in seguito al diploma ha collaborato al Corriere Romagna per qualche mese, il tempo di realizzare che limitarsi a riportare quanto accaduto durante il Palio della Piadina non le bastava; non aveva voce, mentre avrebbe avuto tanto da dire.

Il  suo ideale di scrittrice è quello di poter coinvolgere giovani e adulti, per questo motivo adotta uno stile semplice, agile e incisivo; l’obiettivo è quello di scrivere avventure fantastiche che abbiano un riflesso sull’attualità, la quotidianità, e la società moderna, spesso, infatti, le sue storie toccano molteplici tematiche fino a trasmettere un messaggio preciso.

L’autore a cui si ispira è il grande Michel Ende (“Momo”, “La storia infinita”).

Il genere che predilige scrivere è il fantasy nella sfumatura “urban”, ma le piace spaziare verso il distopico e la fantascienza, e talvolta restare nella narrativa mainstream, a seconda dell’ispirazione del momento. In ogni caso, il nucleo centrale delle sue storie è sempre l’amore: romantico, passionale, e talvolta anche platonico spirituale.

Valentina Bellettini esordisce nel maggio 2008 con “Profumo d’incenso, pubblicato da Giraldi Editore. Si tratta di un fantasy mitologico ambientato nell’Antico Egitto dove un’adolescente vive una doppia vita tra sogno e realtà; nel sogno veste i panni della dea Iside e ne vive il mito. Nel 2010 il libro è stato inserito nel programma scolastico di una scuola media locale.

Nel maggio 2009, un suo racconto, “La voce di Minì”, rientra nella rosa dei finalisti al contest “Scrivi un fantasy e incontra Licia Troisi” promosso dal sito Mondadori; un paio di mesi più tardi, è selezionata per partecipare al primo Laboratorio di Scrittura Creativa Mondadori, e in una delle cinque giornate a tema, la sua poesia “Nel vento” è letta, analizzata e apprezzata dal poeta Maurizio Cucchi.

Al Lucca Comics & Games 2010 partecipa al seminario di scrittura “Scrivere una saga: l’evoluzione della struttura narrativa nel percorso pluriennale” tenuto dal maestro Terry Brooks.

A dicembre riceve il Premio “Rimini-Europa 2010” per l’impegno Culturale e Artistico, assegnatole dal Centro Sociale Culturale e Ricreativo della Romagna.

Nel marzo 2011 partecipa all’iniziativa di raccolta di beneficenza “Autori per il Giappone” con il racconto “AMI: dopo verrà la bellezza.

Partecipando al Torneo Letterario “Io Scrittore” 2011, promosso da Gems, il suo romanzo Eleinda – Una leggenda dal futuro” si piazza tra i semifinalisti. E’ un libro tra il fantasy e la fantascienza con protagonista un drago creato in laboratorio e una ragazza altrettanto disadattata in cerca del loro posto nel mondo, prima di salvarlo.

Dopo vari apprezzamenti, il romanzo è finalmente pubblicato a gennaio 2014 da una casa editrice, la stessa che nel 2016 pubblica “Eleinda 2 – La formula dell’immortalità.

Il 2016 è l’anno della rivoluzione: l’autrice lascia l’editoria classica per passare al self-publishing.

Nel 2017 esce “Eleinda – Una Leggenda dal Futuro” e nel 2019 “Eleinda – La Formula dell’Immortalità“; entrambi i romanzi vantano importanti aggiunte e modifiche alla trama.

​Dapprima riservato agli iscritti della sua Newsletter, nel 2019 esce in tutti gli store, per la prima volta anche in formato cartaceo, il racconto prequel della serie “Eleinda – La vita prima della leggenda, dove l’autrice si è divertita a immaginare le vite dei cinque protagonisti prima dell’arrivo di Indaco.


Stessa sorte tocca a Wordless”, storia indipendente nata da un piccolo social network, ora disponibile in tutti i negozi: è un breve racconto fantasy spirituale ambientato in un mondo dove la parola ha potere appena le si dà voce.

L’autrice scrive nel suo blog Universi Incantati dal 2008 (http://valentinabellettini.blogspot.com): segnala autori Made in Italy e scrive articoli e recensioni che riguardano principalmente i libri, ma prima di avere un figlio comprendevano anche manga, anime e videogiochi.

E’ diventata mamma nel gennaio 2018 e attualmente sta scrivendo un’autobiografia sulla difficoltà di avere figli, soprattutto per raccontare la battaglia più dura che ha affrontato in questi ultimi anni: l’endometriosi.

Il suo libro Guarire dall’endometriosi: una storia vera” è in fase di stesura e conta già delle prenotazioni.
E’ possibile seguire lo sviluppo in tempo reale sul suo profilo Instagram.